Piante e salute

Dragoncello: benefici e virtù

Dragoncello: benefici e virtù


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Dragoncello o Artemisia dracunculus è una pianta aromatica della famiglia delle Compositae, più precisamente delle Asteraceae.

Questa pianta perenne con foglie lunghe e sottili, originaria dell'Asia centrale (principalmente Siberia) può raggiungere tra i 40 ei 150 cm.

Viene coltivato solo dragoncello "francese". Il dragoncello russo, d'altra parte, è insapore.

Conosciuto anche come "drago verde" o "serpentino", il dragoncello offre vere virtù terapeutiche e aromi molto pronunciati.

Leggi anche: come coltivare bene il dragoncello

Dragoncello, per la cronaca

In passato il dragoncello veniva utilizzato principalmente per le sue proprietà medicinali, soprattutto nei casi di morsi di serpente o per ridurre dolori dentali e singhiozzo.

Durante i tempi antichi, il dragoncello veniva usato per curare la peste e il colera.

Il dragoncello è arrivato in Europa nel Medioevo con i crociati. Fu solo nel XVI secolo che questa pianta si fece strada nelle nostre cucine.

Si dice che abbia salvato la vita del principe di Galles, Georges V.

Gli arabi, d'altra parte, consideravano il dragoncello un potente afrodisiaco e lo usavano nelle pozioni d'amore.

Marie -Antoinette beveva ogni mattina 5 foglie di dragoncello in acqua bollente con succo di limone.

Benefici e virtù per la salute

Il dragoncello è eccellente per stimola l'appetito e migliora la digestione, grazie alla vitamina C.

È altrettanto efficace in caso di gonfiore, aerofagia e mal di stomaco.

Assicura un buon transito. È consigliato per la stitichezza lieve. Il dragoncello è anche un buon diuretico.

In caso di parassiti intestinali, il dragoncello è un ottimo vermifugo. Purifica il corpo e filtra i parassiti.

Per le donne con amenorrea o ritardo, il dragoncello promuove ritorno delle regole.

In caso di spasmi muscolari il dragoncello risulta essere un ottimo antispasmodico, agendo sul sistema nervoso. Può anche alleviare dolori articolari e crampi.

Per i disturbi del sonno, il dragoncello combatte contro'insonnia. È anche efficace nel ridurre la tensione e l'ansia.

Anche il dragoncello può ridursi gola infiammata o dolore dentale. Per fare questo, mastica le foglie di dragoncello.

Dragoncello contiene antiossidanti che combattono i radicali liberi e quindi rallentano l'insorgenza di malattie cardiovascolari, cancro e invecchiamento cellulare.

Nell'uso esterno, l'olio essenziale estratto dal dragoncello ha proprietà antiinfiammatorio e antiallergico.

È anche una analgesico efficace nell'alleviare, sotto forma di massaggi, dolori mestruali, lombalgie o dolori più intensi come la colica renale.

Sulla pelle, l'olio essenziale di dragoncello può lenire attacchi di orticaria e ileczema massaggiando sulle zone sensibili.

> Uso interno:

Trattamento preventivo contro allergie respiratorie, raffreddore da fieno: Con l'estate e il suo valzer di polline nascono le allergie. Per prevenire sintomi e condizioni fastidiose, versare 3 gocce di olio essenziale su un quadrato di zucchero (1 la mattina 1 la sera). L'olio essenziale di dragoncello riduce il rilascio di istamina, responsabile dei sintomi di allergia.

Per i diabetici, preferisci un fazzoletto. Aggiungi 3 gocce di olio e inspira.

Infuso di foglie di dragoncello : Lasciate riposare qualche foglia in acqua bollente per 10-15 minuti. Bere tutto il giorno per purificare il corpo e beneficiare delle virtù del dragoncello.

Disturbi digestivi : Dopo ogni pasto, prendi un cucchiaino di miele con 2 gocce di olio essenziale di dragoncello.

> Uso esterno:

Bagno agli oli essenziali: In caso di tensione, stress o ansia, versa dieci gocce di oli essenziali nel tuo bagno.

Oppure massaggiare con il palmo della mano, in modo circolare, la zona del plesso solare (tra il petto) ogni sera.

Tuttavia, a dosi elevate il dragoncello è non consigliato alle donne incinte o che allattano.

L'olio di dragoncello può rivelarsi aggressivo per la pelle. Per precauzione, testare prima di applicare o diluire l'olio di dragoncello con olio vegetale.

Dragoncello in cucina

Il dragoncello è un must per le salse, in particolare la bernese.

Fresco, tritato, essiccato, ramificato, si abbina molto bene a zuppe, insalate, frittate, ratatouilles, carni e pesce.

Tuttavia, misurare attentamente il dragoncello, il suo forte aroma potrebbe dominare il piatto invece di aromatizzarlo.

Riduciamo la nostra assunzione di sale. Un consumo eccessivo di sale aumenta la pressione sanguigna e tutti i rischi associati: malattie cardiovascolari, insufficienza renale, ecc.

Sostituite il sale con il dragoncello !

Il dragoncello è ricco di ferro, iodio, calcio, carotene e vitamine A, B e C.

Puoi immergere un ramo di dragoncello nella tua bottiglia di olio d'oliva per aromatizzarlo.

Idee gourmet:

Salsa allo yogurt: Uno yogurt greco, olio d'oliva e dragoncello tritato molto finemente. Ideale come aperitivo per accompagnare verdure crude (pomodori, carote, ravanelli, cetrioli, ecc.)

Idea per la ricetta: pollo con dragoncello, senape e funghi

Rillettes di tonno : Mescolare una scatoletta di tonno, in 3 cucchiai di fromage blanc, aggiungere lo scalogno tritato e un cucchiaio di senape e panna. Aggiungere il dragoncello tritato (3 cucchiai). Condire con pepe e gustare su crostini di pane integrale tostato.

Dragoncello e consiglio di bellezza:

Combattere contro alito cattivo : masticare foglie di dragoncello dopo i pasti. Ma non esenta lo spazzolamento dei denti!

Suggerimento intelligente sul dragoncello

Singhiozzo ? Masticare foglie di dragoncello può essere utile per fermare il singhiozzo.

Malattia da viaggio ? Una goccia di olio essenziale di dragoncello sotto la lingua prima della partenza.

Come conservare il dragoncello?: Fresco, può essere conservato in una scatola chiusa sul fondo del frigorifero.

Le foglie di dragoncello possono anche essere essiccate, tuttavia perdono il loro aroma, ma non le loro proprietà medicinali.

  • Leggi anche: come coltivare bene il dragoncello


Video: Artemisia Campestris (Luglio 2022).


Commenti:

  1. Fektilar

    ed è per questo che mi sforzo...

  2. Gavin

    Hai assolutamente ragione. In esso si pensa anche qualcosa di buono, d'accordo con te.

  3. Petrov

    Che bello!!!!!!!!!!!!)

  4. Sweeney

    Anche se sono uno studente di un'università finanziaria, l'argomento non è del tutto per il mio cervello. Ma va notato che è molto utile per la vita ordinaria. Meglio vedere l'esperienza degli altri

  5. Sagar

    E come da capire

  6. Ferrell

    È un peccato che non posso esprimermi ora - non c'è tempo libero. Tornerò - esprimerò assolutamente l'opinione su questo tema.



Scrivi un messaggio